SCIÒ SCIÒ lo spray per scacciare via tutti…i germi!

La linea Sciò Sciò di Tuttotondo è ispirata alla Scaramanzia, attitudine particolarmente diffusa tra noi italiani, e mai come quest’anno ci sentiamo scaramantici. Ormai uscire di casa oltre al cellulare abbiamo sempre con noi la mascherina e un igienizzante.

Nella tradizione napoletana l’uomo con la gobba di nome Sciò Sciò Ciucciuè va in giro carico di amuleti anti-iella, egli infatti è famoso per portare fortuna. 

Così anche le illustrazioni che ricoprono il flacone Sciò Sciò raffigurano gli amuleti più rinomati della tradizione italiana come il quadrifoglio, il ferro di cavallo, le corna, il peperoncino ed altri ancora. Queste illustrazione come la precedente linea Spritz Veneziano è stata curata dall’artista italiano Giò Pastori.

Sciò Sciò toh magazine

Sciò Sciò Spray igienizzante multiuso è una soluzione idroalcolica per l’igiene delle mani, di qualunque superficie ed oggetto.  Super comodo da portare sempre appresso per pulire al bisogno anche cellulari, computer, occhiali, telecomandi, chiavi, e vestiti. 
Sciò Sciò contrasta la proliferazione di germi e batteri grazie all’elevato volume alcolico (80%).

Si asciuga rapidamente senza lasciare quegli spiacevoli residui che a volte restano quando usiamo quelli del supermercato. Anzi lascia una piacevole sensazione di pulito, grazie alla profumazione aromatica e marina, a base di eucalipto e sale. 

La modalità d’uso è quella di vaporizzare il prodotto sulla pelle delle mani oppure sugli oggetti o  superfici da purificare. Lasciare asciugare e non risciacquare. Ripetere l’applicazione quando necessario. 

A suo vantaggio è anche l’inebriante fragranza  con oli essenziali ad attività antisettica come eucalipto, menta piperita, arancio e cipresso, fornisce un’efficace igienizzazione.  Dona inoltre una piacevole sensazione di freschezza e purezza attraverso la sua scia aromatica e marina.

E se qualcuno dimostrasse scetticismo, come afferma Tuttotondo ricordate ciò che diceva Eduardo De Filippo: «Essere superstiziosi è da ignoranti, ma non esserlo porta male»!